TORNA SOPRA
Slide 7 Slide 6 Slide home 5 Slide 3 slide 2

Petizione

Donazioni

Il Vs. sostegno è fondamentale per FRI. Sostieni FRI con un piccolo contributo o una donazione

 

Lingua-cultura romanì: conoscere e riconoscere

Cari amici, abbiamo creato una petizione e spero vorrete firmarla, si chiama: Conoscere e riconoscere due momenti di un unico movimento virtuoso. È una questione molto importante e insieme possiamo fare la differenza! Se la firmerete e poi la condividerete con i vostri amici e contatti, riusciremo presto

Campagna D'Incontro

Gli equivoci del passato per la minoranza romanì mostrano gli impedimenti che non permettono di accedere ad una cittadinanza attiva ed indicano la necessità di dare risposte a bisogni qualitativi che richiedono processi esistenziali; risposte al conflitto identitarioFondazione romanì Italia e Associazione LEM Italia promuovono la Campagna D'incontro - dalla difesa all'incontro

Elaborare una romanipè 2.0

Il rapporto con le culture minoritarie costituisce un problema storico. Da una parte le culture minoritarie sono ignorate e represse nei loro caratteri sostanziali, "permesse" solo nelle manifestazioni esteriori di un folclore mercificato; dall'altro sono rimaste vive e potenti nel profondo delle coscienze dei singoli, trasformando le istituzioni della società in strumenti ambigui di sopravvivenza.

Approccio di housing first e community welfare

Presentiamo il racconto di un anno di attività realizzata con la visione strategica di Fondazione romanì Italia  corredato da alcune testimonianze. Nella Città di Faenza da oltre un paio di decenni sono presenti n. 9 nuclei coniugali di famiglie rom per complessivi 36 persone di cui n.20 minori. Inoltre si aggiunge una famiglia rom di n. 05 persone non residenti, ospiti di una parrocchia da più di 2 anni. A Marzo 2015, quando la Fondazione romanì Italia ha avviato la collaborazione con il comune di Faenza, questo era il contesto della comunità rom locale: n. 5 famiglie vivevano in Via Corleto, nell'area concessa in comodato d'uso gratuito da ASP,

Dalla memoria storica una visione strategica

8 aprile si celebra la giornata internazionale della minoranza romanì, in ricordo del primo storico congresso mondiale tenutosi nel 1971 a Orpington Chelsfield, nei pressi di Londra, che vide riuniti intellettuali e politici delle comunità romanès in rappresentanza di vari paesi. 8 aprile deve essere celebrato per ribadire l'unità politico-culturale della minoranza romanì e per tracciare con chiarezza la via del futuro per migliorare le condizioni di vita delle comunità romanès. Con queste motivazioni la Fondazione romanì Italia celebra ogni anno questa giornata, assegna il premio Ciavò romanò e presenta proposte per tracciare il futuro.

Proposta di legge regionale

Dopo la definizione della proposta di legge statale per il riconoscimento della minoranza romanì, la Fondazione romanì Italia con la collaborazione delle associazioni LEM Italia, Eugema onlus, Idea rom onlus, Lav romanò ed i docenti Prof. Giovanni Agresti, Carlo Di Marco, Valeria Piergigli e Federico Roggero hanno definito un "Modello" di proposta di legge regionale per le comunità romanès, che ciascuna regione può personalizzare senza modificare i principi fondamentali della proposta. INVITIAMO le associazioni locali di ciascuna regione a promuovere questa iniziativa presso la politica regionale. INVITIAMO le organizzazioni politiche regionali a promuovere e sostenere questa iniziativa presso il relativo

Adesione

CAMPAGNA ADESIONE 2016 Fondazione romanì Italia

adesione a FRI

Iscrizione alla Newsletter di Fondazione romanì Italia

Foto eventi

Login